Il Coro Statale di Kaunas ha cominciato l’attività artistica professionale il 23 ottobre 1969. Dai primi giorni fino ad oggi il coro è guidato dal professore Petras Bingelis, vincitore del premio nazionale della Lituania. 

Il coro ha preparato più di 150 opere del patrimonio della musica classica, sono opere vocali e strumentali di grande volume che spaziano dal periodo Medioevale fino alla musica moderna: oratori, cantate, messe, passioni, opere nella versione concerto o per palco. Prima di tutto il nostro coro ha avuto successo in Patria, successivamente ha fatto tanti concerti nell’ex URSS: nelle sale prestigiose di Mosca e San Pietroburgo, nei festival „Inverno russo” e „Stelle di Mosca”, si è esibito in quasi tutte le capitali dei paesi dell’URSS, in seguito è stato riconosciuto anche in contesto internazionale.

In Europa occidentale il coro è diventato famoso nel 1984 a Parigi, dove ha cantato la sinfonia n. VII di M. Theodorakis, registrata successivamente, sotto la direzione da Herbert Kegel (1920-1990), nella sala dei concerti „Schauspielhaus” a Berlino. 

Quando la Lituania è ritornata indipendente e le porte verso l’occidente si sono aperte, ma soprattutto dal momento in cui il Coro Statale di Kaunas ha cominciato a collaborare con la leggenda della musica del XX secolo, il direttore e violinista lord Yehudi Menuhin (1916–1999), concertistica è diventata molto intensa e ricca. Nel 1992 il coro ha partecipato al festival spagnolo „Le vie nuove e vecchie verso l’India”, dedicato all’anniversario dei 500 anni dalla scoperta dell’America. „Messiah”, l’oratorio di G. F. Händel, nella versione concerto e teatro diretto da Y. Menuhin è stato proposto al pubblico francese, italiano, spagnolo, tedesco, egiziano e russo; il coro si è esibito anche a Buenos Aires (Argentina) e a Santiago (Cile). In quei giorni molti giornali europei annunciavano il Coro Statale di Kaunas come la scoperta musicale dell’anno. Il coro è diventato famoso in tutta l’Europa.

Dai primi anni dell’Indipendenza il coro ha iniziato la collaborazione con il pianista e direttore tedesco Justus Frantz. Le prime esibizioni comuni sono state nel 1992 a Vilnius e al festival di Schleswig-Holstein in Germania, hanno seguito poi, negli anni 1995-1997, i concerti al festival di Capodanno a Maspalomas (Isole Canarie). Grazie all’iniziativa del direttore nel 1996 il coro è andato in tourneè in paesi dell’Europa centrale e orientale. Gli amanti della musica di Varsavia, Budapest, Praga e Mosca hanno potuto ascoltare la sinfonia n. II di G. Mahler. 

E’ nata un’amicizia artistica tra il Coro Statale di Kaunas e il violoncellista e direttore Mstislav Rostropovič (1927-2007). Il maestro valutava molto positivamente la professionalità e la maestria del coro, l’ha definito come uno dei cori migliori del mondo nella sua esperienza artistica. La collaborazione è cominciata nel 1998 a Colonia (Germania), il coro ha interpretato la cantata „Sonnengesang” di S. Gubaidulina (percussioni, coro, violoncello). I cantanti, successivamente, sono stati invitati nella città di Evian in Francia per cantare la sinfonia n. IX di L. van Beethoven insieme con l’orchestra della Radio di Lipsia. Il Coro Statale di Kaunas, assieme con M. Rostropovič, ha fatto un concerto a Gstaad (Svizzera), sotto la sua direzione si è esibito nellla cantata „Carmina Burana” di C. Orff. L’8 gennaio 2001 quando a Parigi è stata presentata la cultura lituana, al Théâtre des Champs Elysées il coro ha cantato la sinfonia n. IX di L. van Beethoven.

Alla fine del XX secolo è cominciata l’amicizia con il compositore polacco Krzysztof Penderecki: il 17 settembre 1999 in Varsavia ha interpretato la sua opera „Te Deum”, nel 2001 a San Pietroburgo il coro si è esibito al festival „Le notti bianche” con l’oratorio „Sette cancelli di Gerusalemme”. Sotto la direzione del suo autore, invece, nell’estate del 2003 è stato interpretato l’oratorio „Passio Secundum Lucam” al festival della musica sacra di Schwäbish Gmünd in Germania.

Dal 1989 il Coro Statale di Kaunas è costantemente invitato a prendere parte ai festival „Primavera di Bordeaux”, „Costa del Mediterraneo” (Francia), Schleswig-Holstein (Germania), Turku (Finlandia) e anche in altri festival in Europa centrale. Il pubblico francese ha potuto ammirare le esibizioni del coro alla sala dei concerti di Parigi „Pleyel” e alla cattedrale di Notre-Dame. In Italia i concerti si sono tenuti nell’Accademia di Santa Cecilia a Roma. Il coro si è esibito con successo nel teatro „Colón” in Buenos Aires, e in altri teatri a Santiago, Genova, Bologna, Cairo, Varsavia. Il coro ha collaborato più di una volta con l’orchestra sinfonica della BBC di Londra, con l’orchestra Nazionale di Bordeaux Aquitaine, l’orchestra Gewandhaus di Lipsia, con le orchestre delle Fillarmoniche di Mosca e San Pietroburgo. In più ha avuto la possibilità di cantare con Irina Archipova (1925-2010), Sergej Larin (1956-2008), Dmitrij Hvorostosvkij (1969-2017), Violeta Urmana, Montserrat Caballé e altri solisti famosi in tutto il mondo. Il coro ha interpretato tante opere sotto la direzione di Dmitri Kitajenko, Cyril Diederich, Yan Pascal Tortelier, John Axelrod, Vladimir Spivakov, Valerij Gergiev e altri. 

Il 12 gennaio 2003 il Coro Statale di Kaunas, alla sala dei concerti „Am Gendarmenmarkt”, a Berlino ha partecipato in un concerto solenne per celebrare la decisione dell’ UNESCO di inserire il manoscritto della sinfonia n. IX di L. van Beethoven nel catalogo del patrimonio mondiale dei documenti („Memory of the World“). Il coro è stato assistito dall’orchestra sinfonica „Fillarmoniche di Nazioni”, il direttore era J. Frantz. Lo stesso anno i cantanti hanno partecipato all’inaugurazione dell’ „Auditorium Parco della Musica” di Roma che è uno dei più grandi centri di musica del mondo. In quell’occasione insieme con altri musicisti provenienti da diverse parti del mondo e l’orchestra sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia ha interpretato la sinfonia n. VIII di G. Mahler sotto la direzione di Myung-Whun Chung.

Il Coro Statale di Kaunas ha organizzato più di 3000 eventi in Lituania e nelle altre parti del mondo. Allo stadio di Berlino dove è stata interpretata la cantata „Carmina Burana” di C. Orff ci sono stati più di 75 mila spettatori. Il coro ha cantato più di 80 volte l’oratorio „Messiah” di G. F. Händel. 

Nelle sale dei concerti della Lituania il Coro Statale di Kaunas è conosciuto come un coro che interpreta le prime delle opere dei compositori stranieri e lituani. In collaborazione con i direttori più famosi della Lituania Jonas Aleksa (1939-2005), Saulius Sondeckis (1928-2016), Juozas Domarkas, Gintaras Rinkevičius, Robertas Šervenikas e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale, l’Orchestra Sinfonica della Fillarmonica e l’Orchestra da Camera ha preparato più di 250 prime. Per la prima volta il pubblico lituano ha sentito le opere di Gustav Mahler, Carl Orff, Sofia Gubaidulina, Alfred Schnittke, Arnold Schöenberg, Dmitri Shostakovich, Pēteris Vasks, Jasques Loussier.

Il Coro Statale di Kaunas è una presenza costante e indispensabile durante le feste dello Stato, negli eventi e concerti dedicati a celebrare le occasioni importanti trasmesse in diretta sulla Televisione Nazionale. Uno degli eventi musicali più significativi in Lituania è il festival di Pažaislis, grazie al quale nell’arco di tutta l’estate sono programmati molti concerti in tutta la Lituania. Ormai non si può immaginare più questo festival diventato già tradizionale senza i cantanti del Coro Statale.

Il coro partecipa anche ai ricevimenti con gli ospiti di alto livello: nel 1993 durante la sua visita apostolica in Lituania Papa Giovanni Paolo II ha ascoltato i cantanti di Kaunas, nel 2008 il coro si è esibito per la regina Beatrice dei Paesi Bassi a Trakai, nel 2009 in occasione dell’inaugurazione del Palazzo ducale del Gran Ducato della Lituania la musica del coro suonava per i monarchi e capi europei.

Tra le registrazioni più importanti ci sono dischi con „Messiah“ di G. F. Händel, „Die Schöpfung“ di J. Haydn, Sinfonia n. IX di L. van Beethoven, messe „As-dur“ e „C-dur“ F. Schubert sotto la direzione di Y. Menuhin; „Resurrezione“ Sinfonia n. II di G. Mahler, opere – „Die Zauberflöte“ di W. A. Mozart, „Otello“ di G. Verdi registrato con il direttore G. Rinkevičius e l’Orchestra Sinfonica Nazionale. Un posto particolarmente importante nella discografia del coro lo hanno i compositori lituani con le loro opere per la musica corale: M. K. Čiurlionis, J. Naujalis, Č. Sasnauskas, B. Dvarionas, J. Juzeliūnas, B. Kutavičius.

 

Stampa